lunedì 31 gennaio 2011

Torta salata con le cime di rapa e i broccoletti


Da un paio di settimane l’assortimento del  mio ortolano di fiducia comprende bellissime cime di rapa. 
Trovo che questa verdura sia molto versatile: la uso per condire la pasta (sia solo con aglio soffritto, che con il pomodoro e le acciughe) o per fare il risotto; la aggiungo cotta e triturata alle patate per fare gli gnocchi e (quando sono in possesso della mia mitica macchinetta tirasfoglia) anche per fare il ripieno dei ravioli, oltre che mangiarla così, nature, in padella.

Oggi ne ho fatto il ripieno di una semplice torta salata, anche perché volevo provare una pasta brisée già pronta che mi è stata descritta come "molto buona". In effetti il gusto e la texture non erano affatto male, ma purtroppo, come tutto questo genere di prodotti pronti, invece che con il burro è preparata con la margarina. Il che la rende decisamente poco sana e poco adatta a un uso frequente. 

Meglio dunque farla in casa; trovate ricetta e procedimento qui, in questo post precedente: Ratatouille en pâte brisée).


Un “foglio” di pasta brisée già pronta
cime di rapa (un mazzetto)
1 broccoletto (1)
1/4 circa di cipolla bionda
2 pomodori secchi
guanciale
1 uovo
olio
latte
pepe bianco
sale
aceto

Mondare le cime di rapa e il broccoletto, mantenendo i gambi, a meno che non siano davvero particolarmente coriacei. Lavare bene e tagliare tutto a pezzi.
Far bollire abbondante acqua con un pizzichino di sale e un paio di cucchiai di aceto e sbollentare le verdure. Con questo procedimento si elimina sia il potenziale cattivo odore, sia il sapore eccessivamente amaro.
Ridurre in piccoli pezzi un paio di pomodori secchi ben sciacquati e asciugati e un pezzettino di guanciale, che serve solo per dare una nota di sapore e non deve essere troppo invadente.
Con la mezzaluna, poi, tritare la cipolla e le verdure, dopo averle scolate e strizzate con le mani.
Foderare una tortiera (possibilmente del tipo apribile) con la pasta brisée seguendo le istruzioni sulla confezione, bucherellare il fondo e lasciarla respirare una decina di minuti. 
Nel frattempo accendere il forno e mescolare verdure, guanciale, pomodori secchi, trito di cipolla e un uovo intero ben sbattuto. 

Condire con un poco di olio, pepe bianco e sale solo se serve (io lo sconsiglio).
Riempire il guscio di pasta e infornare a 180°, sul ripiano centrale, per circa 35/40 minuti. Se, dopo questo tempo, la pasta sembrasse troppo pallida, trasferire (per non più di 5 minuti) sotto il grill.
Sfornare, sformare e lasciar riposare per una decina di minuti prima di portare in tavola.


Nessun commento:

Posta un commento

I commenti non sono moderati, quindi mi affido alla vostra capacità di essere gentili ed educati :-)
Se lo desiderate, potete anche mandarmi un messaggio privato. L'indirizzo lo trovate in alto a destra, sulla home page